White & Gold La pietra del mese di Maggio: lo Smeraldo

Quando parliamo di pietre, del loro fascino simbolico, non possiamo non risalire ai tempi più antichi. Sin dalle civiltà più lontane nel tempo, gli uomini hanno stabilito uno stretto legame tra le pietre, la numerologia e gli eventi. E l’evento più clamoroso nella vita di un uomo è certamente la sua nascita; sono quindi nate, per convenzione, tradizione o ancora per superstizione, le cosiddette “pietre o gemme del mese di nascita”. Tra queste ve ne è solo una di origine animale, ovvero, naturalmente, la perla.

Oggi parleremo della pietra legata al mese corrente: al mese di maggio. La gemma del mese è lo smeraldo, il cui nome deriva dal greco “smaragdos” che significa proprio “gemma verde”, un termine tuttavia che arriverebbe da una parola semitica ancora più arcaica, da tradurre con “splendente”. Lo smeraldo, assieme all’acquamarina, appartiene alla specie dei Berilli e deve il suo colore verde-azzurro alle tracce di cromo in essa presenti, tracce che in base alla loro concentrazione determinano la gradazione e la saturazione della pietra.

White & Gold La pietra del mese di Maggio: lo Smeraldo
Lo smeraldo è stato associato, sin da subito, alla saggezza e all’avvenenza ed è da sempre considerata una pietra di grande valore. Per gli egiziani, ad esempio, era legata alla rinascita della primavera e della natura. Per i romani era addirittura capace di migliorare la vista e di conferire sollievo agli occhi stanchi.
Un’altra curiosità: per una infinità di tempo, dal 1500 a.C. fino al XVI secolo, gli smeraldi più famosi rimasero quelli di Zabarah, in Egitto, da dove erano arrivati anche quelli della regina Cleopatra.

In Europa si diffusero ampiamente durante i primi decenni del Cinquecento, arrivando dal Nuovo Mondo a bordo di galeoni. Pare che uno di questi, con un carico di 25.000 carati, fece naufragio e che solo nel 1993 un gruppo di subacquei riuscì a trovarli, tra questi vi era anche un famoso smeraldo dalla forma oblunga: la “Regina Isabella”.

photo credits: immagine principale, collana di Elizabeth Taylor, fonte radio Montecarlo – immagine anello con smeraldo, fonte Christie’s Auction House